Chiese

Chiesa filiale del Redentore a Ferrara di Braies

Fra le piccole chiese e cappelle che punteggiano la Val Pusteria c’è anche la chiesa filiale del Redentore, ubicata a Ferrara di Braies. Essa può essere inserita in un piacevole tour delle architetture religiose, in quanto rispecchia in pieno la semplicità e l’accoglienza tipica di questo territorio. La sua linea essenziale spicca fra il verde dei prati e le vette più belle delle Dolomiti e si armonizza con l’ambiente circostante senza stravolgerne la naturalezza. Una vacanza in Val Pusteria, del resto, non vuol dire solo natura e sport all'aria aperta, ma può rappresentare un'ottima occasione per scoprire tesori nascosti e poco conosciuti.

Chiesa filiale del Redentore a Ferrara di Braies

Chiesa filiale del Redentore a Ferrara di Braies

Croce processionale Chiesa filiale del Redentore a Ferrara di Braies
Fig.1 Croce processionale Chiesa filiale del Redentore a Ferrara di Braies.

La chiesa del Redentore a Ferrara di Braies viene definita chiesa filiale in quanto dipende in tutto e per tutto dalla chiesa madre di Villabassa. Ciò si può intuire facilmente anche osservando attentamente la sua architettura; a differenza di quanto avviene in altre località, infatti, annessa alla chiesa non vi è alcun cimitero. Da secoli ormai, secondo una consolidata tradizione, i defunti delle frazioni di Braies di Dentro e Braies di Fuori vengono portati e sepolti nel cimitero di Villabassa, dove invece è presente un camposanto annesso alla parrocchia.

La chiesa filiale del Redentore a Ferrara di Braies è stata costruita nel 1735, anche se in realtà è sorta su una precedente cappella del 1690. Nonostante la sua linea sobria ed essenziale, essa custodisce nel suo interno dei bellissimi affreschi che furono portati alla luce solo nel 1981, quando tutta la struttura fu sottoposta ad accurati lavori di restauro che permisero di scoprire questi tesori, rimasti a lungo nascosti. Da ammirare, in particolare il bellissimo pulpito reso particolarmente prezioso da accurati decori. La chiesa contiene, poi, la croce processionale (Fig.1) di pregiata fattura e le statue di San Floriano e San Nicola.

Il tour delle chiese di Braies deve assolutamente comprendere anche la piccola cappella che sorge proprio sulle rive del Lago di Braies, intitolata alla Divina Madre Dolorosa e la graziosa chiesa parrocchiale di San Vito, che nel suo cimitero accoglie le spoglie del famoso alpinista Viktor Wolf Edler v. Glanvell.

Chiesa filiale del Redentore a Ferrara di Braies: come arrivare e come visitare

Il comune di Braies, ubicato nell’omonima valle, comprende le piccole frazioni di Braies di Dentro, Braies di Fuori, San Vito e Ferrara. In quest’ultimo si trova, appunto la piccola chiesa del Redentore oltre alla sede del comune, alcuni negozi e albergo; in questa frazione risiede anche il maggior numero degli abitanti della valle rispetto agli altri borghi. Essi, infatti, sono circa 140 su un totale di 630 presenti nella valle. Ferrara si trova a 1.222 m s.l.m.

Per raggiungere la chiesa filiale del Redentore a Ferrara di Braies partendo da San Candido è sufficiente percorrere la SS49 della Pusteria, superando Dobbiaco e Villabassa. La distanza è di circa 16 chilometri e con un traffico regolare si arriva in meno di 20 minuti. Una volta giunti a Ferrara, la chiesa è ben visibile nelle immediate vicinanze del piccolo centro.

Devi fare il login per lasciare un commento. Non sei iscritto?

EVENTI

Scopri i prossimi eventi nei dintorni del Lago di Braies, le sagre, i concerti e tutte le attività per il tuo tempo libero.

SCOPRI